Terza settimana

Terza settimana

Da lunedì sono a Pescara e non ho smesso un secondo di muovermi.

Ho visitato posti bellissimi e tante location per matrimoni.
Qui, come in Puglia, c’è una vera e propria cultura per i matrimoni, anche se forse in Abruzzo sono meno… “eclatanti” rispetto a quelli pugliesi.

In Puglia ho visitato location come Corte Bracco dei Germani, Villa Carafa, La Perla del Doge e Tenuta Monacelle.
E, devo essere sincera, quelle che ho preferito sono state Corte Bracco dei Germani e Tenuta Monacelle.
Sono due stili molto diversi, ma comunque molto eleganti anche se entrambi – per ragioni diverse – molto rock.
La prima è piena di oggetti di design, ma molto raffinati e poco appariscenti. La definirei un’eleganza sobria.
La seconda era un vecchio monastero, dove le monache (da qui “monacelle”) vivevano nei trulli. E quindi sembra di passeggiare per Alberobello, ma senza la folla di turisti e senza i negozi di artigianato locale.

In Abruzzo… non sono rimasta solo in Abruzzo. Ho “sconfinato” in Molise per visitare un’antica masseria, oggi riadattata a location. Si mangia benissimo, prodotti locali e dell’orto (quindi a centimetro zero) e hanno allestito un piccolo palco per suonare e leggere poesie. Forse non si adatterebbe alle esigenze degli sposi, ma sicuramente è da considerare per eventi come compleanni, rimpatriate e feste tra amici. Soprattutto è in vero stile Rock’n’Roll e ha una collezione di 33 giri con centinaia di vinili dei più famosi LP della storia del rock. Rigorosamente originali.
E poi ho visitato una seconda masseria appena al di là del confine tra le due regioni, dove coltivano grani antichi e producono pane e pasta con le loro farine.
A livello di location prettamente da matrimoni, non posso esimermi dal nominare l’Hotel Hermitage, molto elegante ma anche a misura di famiglie, con una vista sul mare mozzafiato e l’accesso diretto alla spiaggia. Il direttore è un personaggio rock nell’animo, tanto che è riuscito ad ospitare un raduno di biker Harley, venendo incontro a tutte le loro esigenze, compreso l’allestimento di un palco per la musica dal vivo.
Un’altra location sicuramente da matrimoni e molto rock nell’animo e nello stile di preparazione e di lavoro è Villa Medici. All’apparenza di stampo classico, ma con un direttore che non lascia nulla al caso ed è pronto a far fronte a qualsiasi esigenza e qualsiasi richiesta.

Ho anche avuto occasione di conoscere un fotografo estremamente valido sul territorio di Vasto. Si chiama Costanzo d’Angelo ed è il titolare di L’occhio Magico.
Super consigliato per qualsiasi evento di zona. Se volete conoscerlo di persona, potete recarvi domani sera all’inaugurazione della sua mostra fotografica.
Ma sicuramente già sapete chi sia: ha scattato una fotografia diventata virale durante il lockdown. Guardatela QUI e ditemi se la riconoscete!

La seconda settimana

La seconda settimana

Oggi si chiude la seconda settimana di tour.

Lo so, dovevo scrivere questo articolo giovedì, ma ho avuto un problema con la connessione della scheda di rete,
Da settimana prossima ritorno a scrivere di giovedì. Forse.

Mi sembra strano che sia passata solo un’altra settimana: ho avuto delle giornate così piene, che mi sembra passato molto più tempo dall’ultima volta che ho scritto.

Dopo Roma sono andata in costiera amalfitana e, più precisamente, a Conca dei Marini, presso il ristorante Le Bontà del Capo.
Ho lasciato lo stand presso di loro per tutto sabato a tutta domenica. Poi, comunque, lunedì e martedì, anche se avevo tolto il mio set, sono stata da loro nel caso qualcuno volesse maggiori informazioni.
Sempre dalla loro meravigliosa terrazza sul mare, ho fatto un’intervista in diretta con Marcello Daleno, per il suo AperiStream, dove è tuttora visibile.

Da mercoledì mi trovo a Ruvo di Puglia, vicino a Bari.
Qui ho solo una location per il mio stand, il ristorante Appia Antica, che domani sera ospiterà me e la finale del contest canoro Nota d’Oro.
Sarà una bellissima serata e già pregusto tutta la musica che ci sarà e i giovani talenti che potrò ascoltare.
Ho colto l’occasione di questa sosta pugliese per andare a visitare le tante sale da ricevimento che ci sono qui nei dintorni, alcune proprio su consiglio di amici che vivono in zona. Cose pazzesche e difficilmente narrabili.

Alla partenza da qui vi dirò quale mi è piaciuta di più e perché.
Intanto domani ne vedo un’altra, un po’ più a sud, vicino ad Alberobello. E ne approfitto anche per visitare questa città così tipica.

Ma secondo voi, sposarsi in mezzo ai trulli sarebbe rock?

prima settimana

La prima settimana

E’ passata ormai quasi una settimana da quando sono partita.
Ho lasciato Milano sabato, alla volta di Anzola dell’Emilia e poi sono passata da Prato per approdare, infine, qui a Roma, dove mi trovo adesso.

Sabato e domenica sono stata presso l’Agriturismo Mongiorgi i Salici.
E’ stata una bellissima prima tappa, un modo fantastico per iniziare questo tour.
Il titolare gentilissimo, molto simpatico e… molto rock!
Il sabato sera ho cenato con Hillary e suo marito: prima li avevo visti solo online ed è stata una bellissima occasione per incontrarsi dal vivo.
La domenica, invece, mi sono passati a trovare Paolo Orsoni, che ha fatto delle bellissime foto, e un mio amico millino, Francesco, che si è fatto 40 minuti di strada solo per venire a salutarmi e rimanere mezzora a chiacchierare.
E’ stato davvero emozionante.

Poi lunedì mattina mi sono spostata a Prato.
E’ una città piccina ma molto molto bella, dove si respira la storia.
Ho fatto una vera e propria presentazione, presso il Sound Check Studio di Claudio Biancalani.
E’ stato un momento particolare, in cui mi sono anche un po’ commossa a vedere le persone presenti in sala, venute ad ascoltarmi.
Mi sono state fatte delle domande, abbiamo interagito, qualcuno ha raccontato la sua esperienza… è stato dinamico, con un vero e proprio interscambio.

Oggi sono a Roma e domani sera, venerdì 17 (sic!), sarò al rione Monti al The Surge Irish Pub con uno stand.
Spero di vedere tanti di voi. Venite a saltarmi, vi regalo una spilletta!

Due giorni alla partenza

Due giorni alla partenza

Non mi sembra quasi vero.

Mancano solo due giorni alla partenza e mi sembrano due mesi.
Soprattutto per il numero immane di cose che ho da fare.
Però su alcune sono stata brava. Per esempio ho fatto tutte le lavatrici che dovevo e ho tutte le cose pulite e pronte.
Non ho ovviamente una lista delle cose da portare via, perchè non ho avuto modo di fermarmi a fare il punto della situazione… che però potrei fare qui, adesso, insieme a voi.

Parto da Milano con 32°C, scendo a sud sulla costa tirrena arrivando fino ad Amalfi dove ci sono circa 29°C (dato di oggi).
Poi passo sulla costa adriatica, all’altezza di Bari, con 27°C, e la risalgo.
Pescara, San Benedetto del Tronto… anche loro intorno ai 27°C.
Rimini dove incomincia a rialzarsi, siamo intorno ai 29°C.
Con Padova si torna a cuocere, torniamo alle temperature di Milano.
Da Treviso ci si attesta sui 31°C, con l’esclusione di Bolzano, che è in una fossa e quindi si cuoce, superando i 33°C.

Morale, fa più caldo sulle Dolomiti che nel golfo di Sorrento.
Ottimo.

Ma quindi… come mi vesto??

La risposta va da sè.
Rock.
Non ci sono possibilità di errore.
Un po’ come quando mi vesto per andare ai matrimoni che organizzo.
Io non sono la classica wedding planner che si veste con la camicetta e il pantalone nero.
Cerco sempre di mettere la scarpa bassa perchè sono quella che, durante la giornata, cammina di più. E spesso si deve anche correre, perchè quando ci sono le emergenze, si corre anche. Quindi, se non fa troppo caldo… Dr.Martens. Se invece fa caldo… si valuta sul momento.

In queste situazioni di stand, un po’ in ristoranti, un po’ in risto-pub, con le distanze…
Che dite, soliti outfit?

La prima tappa

La prima tappa – dove e come l’ho trovata

La prima tappa sarà vicino a Bologna, precisamente ad Anzola dell’Emilia, presso l’Agriturismo Mongiorgi “I Salici”.

Ho scoperto questo agriturismo grazie ad Enzo, il titolare di Librettonozze, il primo sito dove è possibile realizzare il libretto del proprio matrimonio attraverso dei semplici step, seguendo la procedura guidata.
Per il momento è implementato solo per il rito romano, quindi i milanesi dovranno attendere ancora qualche tempo per poterlo utilizzare… ma è uno strumento davvero pazzesco.

Ho incontrato Enzo alla fiera degli sposi di Brescia, l’11 gennaio scorso, e ci siamo subito trovati in sintonia.
Quando ha visto che avrei fatto il tour, mi ha contattata per darmi alcune indicazioni di possibili location, tra cui questa di Anzola dell’Emilia.

E devo davvero ringraziarlo, perchè sarà un inizio con il botto!

L’agriturismo ha una parte interna e una esterna, quindi adesso che fa caldo è possibile pranzare e cenare fuori, con le distanze e nel rispetto di tutte le normative.

I titolari sono persone meravigliose: io mi sono relazionata in particolare con Andrea, che ha avuto l’idea di creare una serata musicale a tema rock per sabato 11 luglio, la prima sera in cui sarò da loro.
Suonerà il duo “non solo Vasco”, che si chiama così proprio perché il repertorio prevede cover dei più grandi successi rock e, in chiusura di serata, verranno suonate alcune canzoni di questo big della musica italiana.

Il giorno dopo, domenica 12, sarò lì a pranzo.

L’ambientazione è agreste e il cibo genuino e a km zero.
Gli allestimenti per i matrimoni qui darebbe ampissimo spazio alla fantasia e alla possibilità di creare qualcosa di veramente unico.

Non vedo l’ora di iniziare!!
Mi verrete a trovare?

Agriturismo Mongiorgi “I Salici”