Se qualcosa può andare storto, lo farà.

Se qualcosa può andare storto, lo farà.

La prima Legge di Murphy recita: “Se qualcosa può andare storto, lo farà“.
Che, detta così, suona un po’ tragica.
Ma è un concetto incredibilmente vero, soprattutto – mi spiace dirlo – ai matrimoni.

Ogni matrimonio è a sé stante: cambiano lo stile, la musica, la tipologia di ricevimento…
Persino se due matrimoni fossero in tutto e per tutto identici come location, numero di invitati, menu, musica, allestimenti… tutto, anche in quel caso i due eventi sarebbero completamente diversi perché cambia il mood degli invitati e la personalità degli sposi.

Quindi è impossibile dare delle regole generali.
Tranne una.

Perché sì, come tutte le regole che si rispettino, esiste anche in questo caso l’eccezione che la conferma.

L’unica regola sempre ed assolutamente valida, che non si smentisce mai e poi mai è che ad ogni matrimonio accade almeno un imprevisto.

Non ci credete?
E se vi dicessi che alcuni imprevisti sono successi perfino alle nozze dei Reali d’Inghilterra?

Cosa andò storto al matrimonio della Regina Elisabetta

La Regina Elisabetta, al suo matrimonio, indossava una bellissima tiara, passata alla storia.
Quasi tutti sanno che questa tiara fu commissionata dalla Regina Mary nel 1919 e in seguito fu prestata all’attuale sovrana per il suo matrimonio, come vuole la tradizione.
Quello che in pochi sanno, è che questo stesso prezioso gioiello fu protagonista dell’incidente di percorso – prontamente risolto, ovviamente – che accadde al matrimonio di Elisabetta.

gli incidenti accadono

Il giorno delle nozze, Elisabetta era seduta nella sue stanze a farsi acconciare i capelli dal parrucchiere. Esattamente come ogni sposa nel giorno del proprio matrimonio.

Proprio sul termine della preparazione, al momento di sistemare il diadema sui capelli della giovane sposa, il parrucchiere – non si sa se per un movimento brusco o per un precedente danno o altro – ruppe la tiara.

Momento di stupore e panico.
Ma poi tutti si ricordarono che si trattava pur sempre della famiglia reale inglese.

Quindi la tiara fu affidata alla polizia, che la portò a sirene spiegate all’oreficeria di fiducia della Regina e fu prontamente riparata e riconsegnata alla sovrana.

Tutto bene quel che finisce bene.
Comunque questo imprevisto fa chiaramente capire come gli incidenti accadano, anche nelle situazioni che sembrano le più perfette.

Il bouquet mancante

Ma quello della tiara non fu l’unico imprevisto a capitare al matrimonio di Elisabetta d’Inghilterra.
Ci fu un altro episodio tra il tragico e l’esilarante, riguardante il bouquet. Anche se qui devo dire che ho qualche riserva sulla veridicità della notizia. Tuttavia ve la riporto ugualmente, come raccontata da Cosmopolitan.

Nelle foto ufficiali la Regina è senza il tradizionale mazzo di fiori.
Leggenda narra che questo sia dovuto al fatto che… lo avesse perso!
E si mormora che nei giorni successivi sia stato fatto uno shooting posticcio, dove la sposa aveva in mano un nuovo bouquet.

qualcosa può andare storto

Cosa andò storto al matrimonio della Principessa Diana

 Il matrimonio di Diana Spencer con il Principe Carlo è ormai diventato un’icona per il settore wedding e tutte le ragazze hanno bene in mente l’abito indossato dalla Principessa, con quell’immenso strascico.

Ma nessuno ha mai notato la grossa macchia presente sulla gonna dell’abito, perchè Lady D, con nonchalance, durante le fotografie vi poggia sopra una mano.

Ma cosa successe esattamente?

E’ presto detto.
All’epoca del matrimonio, il profumo preferito di Lady Diana era Quelques Fleurs di Houbigant.
Secondo quanto raccontato da Barbara Daly, la make-up artist della Principessa, il profumo si rovesciò sul suo iconico abito, creando un alone piuttosto grande.

Quindi non preoccupatevi, è inutile. Tanto… se qualcosa può andare storto, lo farà. Mettetevi l’anima in pace.

Quello che potreste fare, però, è gestire l’imprevisto.
Come?
Ma assumendo una wedding planner, ovviamente!

Rock Wedding Planner
Disegno by Erika Galina

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.